Maltrattamenti e lesioni: Indagata una maestra


Como – 11 settembre 2017

Questa volta è partito tutto da una guancia arrossata. Il bimbo, quattro anni, ha detto che era stata la maestra e che non era la prima volta. Il papà ha denunciato e la polizia ha piazzato le telecamere. Ora la maestra di una scuola materna di Como è indagata per maltrattamenti e lesioni.

Maltrattamenti e Lesioni: dallo sfogo alle telecamere

Quando il piccolo è tornato a casa con la guancia rossa, il genitore si è presentato in Procura allegando un referto medico del Pronto Soccorso che confermava la presenza di “iperemia cutanea acuta” compatibile con uno schiaffo. Gli inquirenti hanno avviato le intercettazioni nell’asilo comunale. Come abbiamo avuto modo di dire in altri articoli, i segnali fisici sono fra i primi campanelli di allarme che possono ricondurre a maltrattamenti e lesioni.

E così, per un mese e mezzo tra la fine di aprile e i primi di giugno, hanno registrato quanto accadeva in aula. La maestra avrebbe preso per le orecchie alcuni bambini, li avrebbe strattonati con violenza per un braccio, e sgridati in modo umiliante. Per esempio, alcuni sarebbero stati costretti a stare con la testa sul banco, ad altri sarebbero stati negati i biscotti per punizione.

La maestra ha venti giorni per chiarire la sua posizione

Nei giorni scorsi il pubblico ministero ha formalmente chiuso le indagini notificando alla maestra e al difensore d’ufficio l’avviso di chiusura indagini per i reati di maltrattamenti e lesioni. La donna ha venti giorni di tempo per chiedere di essere interrogata, chiarire la sua posizione ed evitare che il magistrato possa chiedere il processo a suo carico.

La Via dei Colori Onlus è a completa disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte in questo ennesimo tragico evento. Chiunque avesse bisogno può contattarci attraverso il nostro Numero Verde 800-98.48.71 oppure scrivendo alla mail associazionelaviadeicolori@gmail.com. Dal 2010, La Via dei Colori offre consulenza tecnica ed informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di abusi (maltrattamenti o quant’altro) presunti o documentati.

LA VICENDA:

  • Aprile 2017: un bimbo di 4 anni torna a casa con la guancia arrossata. Interrogato dal papà, racconta che è stata la maestra e che è capitato altre volte.
  • Fine aprile: La squadra mobile della Questura di Como raccoglie lo sfogo del genitore, mette agli atti il referto di “iperemia cutanea acuta” e piazza le telecamere nella scuola. Partono le indagini.
  • Primi di giugno: Terminano le riprese. La maestra avrebbe umiliato, strattonato e picchiato i bambini.
  • 11 settembre: Il pubblico ministero chiude formalmente le indagini e notifica l’atto alla maestra e al difensore d’ufficio. Entro fine mese la donna potrà chiedere di essere interrogata o finirà davanti al giudice.

Alessandra Erriquez

Informazioni su Alessandra Erriquez

Giornalista, mamma e blogger. In puro ordine cronologico. Ha lavorato a Trento e Firenze per le redazioni locali del Corriere della Sera, tornata nella sua città, Bari, si è dedicata all’ufficio stampa e al settore dell’arte. Ha un marito, due bambini e un blog, Voci di cameretta, che è il suo punto d’incontro tra giornalismo e maternità. Crede che il modo migliore per capire il mondo sia affidarsi alle domande dei piccoli. Di risposte bellissime, ne trova in certi albi illustrati: non solo libri, ma strumento d’arte, formazione e libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *