Sospensione cautelare per una maestra


Pontenuovo – Sermoneta (Latina) – 6 Maggio 2017

T.S. paiono essere queste le iniziali dell’insegnante 62 che questa volta si sarebbe macchiata del terribile reato di maltrattamenti. Accade nella provincia laziale infatti che una maestra dell’asilo è stata raggiunta dall’ordinanza di sospensione cautelare dall’esercizio delle sue funzioni.
Le indagini, condotte dai NAS, hanno richiesto anche l’utilizzo delle intercettazione ambientali per mezzo di alcune telecamere nascoste all’interno dell’edificio.

Sospensione cautelare per evitare la reiterazione del reato

La misura interdittiva di 12 mesi emessa dal GIP Laura Matilde Campoli, era stata richiesta dal Sostituto Procuratore Simona Gentile, per evitare il rischio di reiterazione del reato, fuga o inquinamento delle prove in attesa dell’eventuale processo.

La Via dei Colori Onlus è a completa disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte in questo ennesimo tragico evento. Chiunque avesse bisogno può contattarci attraverso il nostro Numero Verde 800-98.48.71 oppure scrivendo alla mail associazionelaviadeicolori@gmail.com. Dal 2010, La Via dei Colori offre consulenza tecnica ed informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di abusi (maltrattamenti o quant’altro) presunti o documentati.


Ilaria Maggi

Informazioni su Ilaria Maggi

Classe '78, fiorentina, perito informatico. Dal 2 Dicembre 2010 riveste con enorme orgoglio la posizione di Presidente dell'Associazione La Via dei Colori. Il sopravvenire di un evento traumatico quale è stato lo scoprire che il proprio figlio è stato vittima dei terribili fatti accaduti all'Asilo Cip Ciop di Pistoia, non è riuscito ad intaccare la sua convinzione che "Insieme si può far qualcosa". E' per questo che da quel Dicembre 2010 investe tempo, cuore ed energia nella "nostra" associazione, non solo per mettere la propria esperienza a disposizione di chi si trova a vivere la sua stessa esperienza, ma anche e sopra a tutto per trovare insieme a tutti i suoi preziosissimi collaboratori, una strada in grado di prevenire che certi fatti possano di nuovo accadere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *