Tornare a scuola con Nicola Passaguai


Nicola Passaguai e la sua bambagia: la storia di tante mamme e dei loro bambini

Nicola Passaguai è un albo grande, grande in ogni senso possibile. Jeanne Willis e Tony Ross raccontano con leggerezza e ironia la storia del topolino più piccolo del mondo, così piccolo che la sua mamma non lo fa mai uscire di casa. I suoi fratelli si arrampicano, corrono e saltano, mentre lui vive le sue giornate sotto le coperte. Sfogliando le pagine, edite da Il Castoro, la mamma accetterà di farlo uscire, ma a patto che vada in giro avvolto nella bambagia. Nicola, come il titolo suggerisce, ne passerà di tutti i colori. Ma saranno appunto avventure a colori, pericolose sì, ma stracolme di energia, tutta quella che si sprigiona dopo il grigiore della reclusione. Nicola torna a casa senza bambagia e noi mamme guardiamo con orgoglio a quel piccolo esultante: Mamma, sono ancora vivo! Sono vivi i nostri bimbi, piccoli, fragili, feriti. Ma forti. E capaci da soli di sopravvivere, anzi di essere vivi e festosi. Pronti. Tornare a scuola, per alcune mamme, è cercare la fiducia. Negli occhi dei loro figli.

Un libro utile per affrontare insieme il primo giorno di scuola

Finalmente il primo giorno di scuola. Dopo vacanze di mare, di gelati, di serate senza orari. Vacanze, appunto, assenza di limiti e di regole. Si torna a scuola e, per molte mamme, finalmente! Finalmente regole, orari, qualche ora senza bambini. Poi c’è lo stress, le chat di classe, lo stress da chat di classe, la gioia e insieme lo smarrimento di vederli più grandi. Per alcune mamme, però, c’è qualcosa in più. Sono le mamme dei bimbi maltrattati.

Tornare a scuola, per loro, è cercare la fiducia negli occhi degli insegnanti, indagare il loro tono di voce, osservare i gesti, le reazioni. È avere paura e darsi il coraggio di staccare la mano del proprio figlio e affidarla alle mani di altri. Di altri che lo educheranno e non si sa con quali metodi, quali strumenti. Quali mani. È voler proteggere e dover lasciar andare un bambino fragile, ferito. Piccolo, come il più piccolo dei topolini. Come Nicola Passaguai che abbiamo promosso come Libro a Colori nella nostra speciale Biblioteca!


Alessandra Erriquez

Informazioni su Alessandra Erriquez

Giornalista, mamma e blogger. In puro ordine cronologico. Ha lavorato a Trento e Firenze per le redazioni locali del Corriere della Sera, tornata nella sua città, Bari, si è dedicata all'ufficio stampa e al settore dell'arte. Ha un marito, due bambini e un blog, Voci di cameretta, che è il suo punto d'incontro tra giornalismo e maternità. Crede che il modo migliore per capire il mondo sia affidarsi alle domande dei piccoli. Di risposte bellissime, ne trova in certi albi illustrati: non solo libri, ma strumento d'arte, formazione e libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *