skip to Main Content

Parma, bambina autistica vittima di bullismo a scuola

Parma, Bambina Autistica Vittima Di Bullismo A Scuola

Parma – 10 Aprile 2019

Per molto tempo è stata vittima di bullismo a scuola, una bambina di 11 anni con autismo. I genitori hanno denunciato le mamme e i papà dei compagni di classe e anche preside e tre insegnanti: sapevano tutto e non erano mai intervenuti.

Vittima di bullismo: maltrattamenti verbali e psicologici

La storia emerge quando i genitori della bambina decidono di denunciare i maltrattamenti verbali e psicologici subiti dalla figlia nella Scuola europea di Parma. Si apre così un fascicolo di 42 pagine che raccontano gli episodi di bullismo subiti dalla ragazzina: insulti e maltrattamenti dei compagni di classe che la trattavano come diversa perché autistica.

I messaggi

Tra le prove agli atti, anche una foto della piccola con una serie di insulti condivisi sulla chat di classe aperta su Whatsapp. Nei messaggi ripetuti i compagni la chiamavano “sfigata”. “Tutti ti odiano”, le scrivevano, “Taci, che tutti stanno dalla mia parte…”.

La denuncia contro chi sapeva e non faceva nulla

Essendo i compagni minori non imputabili, i genitori denunciano gli altri genitori della classe, quelli dei dieci bambini ritenuti autori dei maltrattamenti. E anche preside e tre insegnanti: pare infatti che da molto tempo loro fossero a conoscenza dei maltrattamenti subiti dalla bambina a scuola e nessuno fosse intervenuto. In particolare al preside i fatti erano stati segnalati dagli stessi genitori della bambina. Ricordiamo che anche per la Cassazione chi vede e tace è altrettanto responsabile dei maltrattamenti.

La direzione della scuola: bullismo in orari extrascolastici

Siamo a disposizione delle autorità competenti in caso di indagine – commenta la direzione della scuola sulle pagine di Repubblica – La dirigente e i docenti hanno incontrato la madre dell’alunna e risposto alle sue mail. Siamo convinti della correttezza del nostro operato a tutela dei minori. Abbiamo attivato percorsi di prevenzione e sensibilizzazione nelle classi in merito al tema del bullismo e l’uso consapevole dei social. Gli episodi citati  – viene inoltre sottolineato – sono avvenuti al di fuori dell’orario scolastico“.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

error: Il contenuto è protetto da copyright
×Close search
Cerca