skip to Main Content

Due maestre condannate per maltrattamenti in asilo a Licata

Due Maestre Condannate Per Maltrattamenti In Asilo A Licata

Licata (Agrigento), 2 Ottobre 2018 – Agg. 13 Dicembre 2019

Amalia Bonvissuto e Rosa Damanti, due maestre condannate in primo grado per maltrattamenti, sono state poi assolte dalla Corte d’Appello. Le due insegnanti, impiegate nella scuola d’infanzia “Peritore”, erano accusate di aver tenuto bloccato sul seggiolone un bambino disabile di quattro anni.

Le prime (poche) notizie su questo caso di maltrattamenti infrastrutturali erano emerse solo alla condanna di primo grado delle due maestre. Lo apprendiamo leggendo prima sul sito di Agrigento Notizie e poi su molti altri quotidiani online che riportano la notizia.

Un bambino disabile bloccato

Era stato il padre del bambino a denunciare i fatti. Era Maggio 2012 e due maestre, una di sostegno, della scuola d’infanzia di Agrigento furono accusate di maltrattamenti. Secondo gli inquirenti, avevano tenuto bloccato in un seggiolone un bambino di quattro anni affetto con disabilità psichica.

La richiesta del Pm

Il Pubblico Ministero Salvatore Caradonna aveva chiesto la pena di due anni e mezzo di reclusione, con trasmissione degli atti agli uffici scolastici per eventuali provvedimenti disciplinari.

Due maestre condannate in primo grado

Nell’Ottobre 2018 il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Fabrizio Quattrocchi, ha condannato le donne a un anno e quattro mesi di reclusione e ha respinto la richiesta di trasmissione degli atti.

La Corte d’Appello di Palermo ribalta il verdetto sulle maestre condannate in primo grado

L’11 Dicembre 2019 la Corte di Appello di Palermo ribalta il giudizio di primo grado e assolve le due maestre condannate in primo grado. Si aspettano le motivazioni della sentenza e l’eventuale decisione dei genitori di ricorrere alla Cassazione.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti infrastrutturali presunti o documentati.

SE VUOI APPROFONDIRE ACCEDI ALL’AREA RISERVATA

×Close search
Cerca