Bari, violenza sessuale alle medie Montello-Santomauro


Bari – 30 Gennaio 2018

Finisce in manette un collaboratore scolastico dell’istituto comprensivo Montello-Santomauro. Abbracci, baci sulla bocca e sul collo di quattro ragazze. È accusato di violenza sessuale aggravata.

Le indagini

Nel novembre 2017, il genitore di una delle vittime, dodici anni, presenta una segnalazione alla dirigente dell’istituto. Fa seguito l’esposto di un altro genitore. Le ragazze avevano deciso di confidare in famiglia ciò che accadeva a scuola. Partono le indagini, le due alunne vengono ascoltate in modalità protetta. Si delinea così il quadro di abusi e molestie sessuali.

I comportamenti

L’uomo, R.P., 58 anni, originario di Bitetto, si avvicinava alle ragazze carpendo la loro fiducia, presentandosi come amico e confidente, le riempiva di complimenti. Le vittime scambiavano i suoi gesti come manifestazioni d’affetto, poi si svelavano come molestie. Nel corso delle indagini, altre ragazze vengono identificate e ascoltate. Tutte confermano i comportamenti del collaboratore: agiva quando tornavano dal bagno, in un punto del corridoio nascosto alla vista dell’altra collaboratrice.

L’ordinanza di arresto

L’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari viene emessa dal gip Annachiara Mastrorilli, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica, Simona Filoni. “Abbracciava, palpeggiava e baciava, anche sulla bocca e sul collo, le giovani vittime” – si legge – “con condotte reiterate e inequivocabili, mediante violenza e abuso di autorità, nonché abusando delle condizioni di inferiorità fisica e psichica delle persone offese dovute alla età, costringeva e induceva 4 minori di sesso femminile, a subire atti sessuali contro la loro volontà“.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71 . O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

 

 


Alessandra Erriquez

Informazioni su Alessandra Erriquez

Giornalista, mamma e blogger. In puro ordine cronologico. Ha lavorato a Trento e Firenze per le redazioni locali del Corriere della Sera, tornata nella sua città, Bari, si è dedicata all'ufficio stampa e al settore dell'arte. Ha un marito, due bambini e un blog, Voci di cameretta, che è il suo punto d'incontro tra giornalismo e maternità. Crede che il modo migliore per capire il mondo sia affidarsi alle domande dei piccoli. Di risposte bellissime, ne trova in certi albi illustrati: non solo libri, ma strumento d'arte, formazione e libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *