skip to Main Content

Bidello accusato di abusi sessuali su due ragazze

Bidello Accusato Di Abusi Sessuali Su Due Ragazze

Castellammare di Stabia (Na) – 2 Giugno 2019

Da un liceo del napoletano arriva notizia di un bidello accusato di abusi sessuali su due ragazze, studentesse del liceo in cui lavora. L’uomo, 56 anni, è ai domiciliari.

Bidello accusato di abusi sessuali

I fatti risalgono a Settembre 2018. Nell’istituto superiore Enzo Ferrari di via Savorito a Castellammare., un giorno una studentessa, 15 anni, rientra in classe piangendo. Le indagini prendono il via a Dicembre, a seguito della denuncia della ragazza che dichiara di aver subito abusi sessuali dal bidello della scuola, in uno stanzino della scuola.

Il trasferimento del bidello

Poco dopo la denuncia, il bidello, A.L., 55 anni, viene aggredito e picchiato in strada (su questo episodio sono ancora in corso gli accertamenti). A quel punto, l’uomo chiede e ottiene di essere trasferito in un altro istituto della provincia di Napoli. Ma pare che l’uomo abbia anche un precedente che risale a qualche anno prima, quando era in servizio in una scuola media della Penisola Sorrentina: scoperto a spiare le alunne in bagno, fu allora “richiamato” con una sanzione disciplinare. Episodi gravissimi cui dunque non seguì alcun provvedimento chiaro e definitivo.

I test del Dna

Dalle indagini emergono abusi sessuali anche su un’altra studentessa. Le dichiarazioni della ragazza denunciante trovano “puntuale e granitico riscontro nella comparazione dei referti biologici”, ovvero i risultati del test del Dna.

L’arresto

Su ordinanza del Gip del tribunale di Torre Annunziata, l’uomo viene posto agli arresti domiciliari il 31 Maggio 2019.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

×Close search
Cerca