skip to Main Content

Caserta, maltrattamenti in una scuola elementare

Caserta, Maltrattamenti In Una Scuola Elementare

Recale (CE) – 9 Maggio 2016 – Agg. 11 Febbraio 2019

Arresti domiciliari per una maestra, accusata di maltrattamenti in una scuola elementare di Recale, Caserta.

Le indagini

Si tratta della scuola elementare Giovanni Falcone, in via Marconi a Recale. A segnalare il caso sono alcuni genitori e la dirigente scolastica. Le indagini, coordinate dal comandante Baldassarre Nero, si svolgono da Ottobre 2015 a Marzo 2016. Tra gli strumenti investigativi, anche le telecamere che per due mesi registrano ciò che accade nella scuola.

I maltrattamenti nella scuola elementare

Le immagini registrate contengono schiaffi, tirate di capelli, minacce e botte sulla testa dei bambini. Alcuni avrebbero riportato lesioni, in particolare una bambina strattonata avrebbe subito la lussazione di una spalla. Dalle indagini emerge anche un precedente. Un ragazzo di 24 anni, allora studente della stessa maestra racconta di un clima teso e di una maestra che si faceva rispettare con urla e schiaffi frequenti.

Maestra ai domiciliari

Nel maggio 2016, il Gip di Santa Maria Capua Vetere dispone la misura cautelare. La donna, R.V., 60 anni, viene condotta agli arresti domiciliari. La maestra è difesa dall’avv. Nicola Pezone. Dopo poco tempo, torna libera per decisione del Tribunale del Riesame.

Il Miur responsabile civile

Il processo parte a quasi tre anni di distanza, nel febbraio 2019. Le famiglie, costituitesi parte civile, citano il Ministero dell’Istruzione come responsabile civile, in quanto datore di lavoro dell’imputata.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione di tutte le famiglie coinvolte in questo caso. Chiunque ne abbia la necessità può chiamarci al Numero Verde 800-98.48.71 o scrivere a sos@laviadeicolori.org

I VIDEO:

SE VUOI APPROFONDIRE ACCEDI ALL’AREA RISERVATA

×Close search
Cerca