skip to Main Content

Cosenza, maestre sospese per schiaffi e tirate d’orecchie

Cosenza, Maestre Sospese Per Schiaffi E Tirate D’orecchie

San Giorgio Albanese (Cs) – 14 Dicembre 2017 – Agg. 16 Luglio 2018

A San Giorgio Albanese, Cosenza, c’è un’unica scuola d’infanzia dove due maestre sono state sospese per schiaffi e tirate d’orecchie, insulti e violenze. La misura interdittiva di sette mesi è stata disposta dopo le indagini dei Carabinieri di Corigliano Calabro.

Le indagini: tanti maltrattamenti in due settimane

Le indagini, coordinate dal Procuratore Eugenio Facciolla e dal sostituto procuratore Valentina Draetta, sono partite a seguito di denuncia di alcuni genitori. In poco tempo, circa due settimane, i Carabinieri di Corigliano Calabro hanno documentato diversi maltrattamenti posti in essere dalle due insegnanti nei confronti dei piccoli alunni, una decina di bambini.

Se non fai il bravo ti faccio il pungi pungi

Tra le violenze documentate: schiaffi, tirate d’orecchie, strattoni e insulti, pizzicotti e minacce. “Se non fai il bravo ti faccio il pungi pungi” avrebbero più volte detto ai bambini, arrivando anche a lanciare giocattoli e picchiarli con un righello. Spesso i piccoli emulavano i loro comportamenti violenti mentre le maestre rimanevano indifferenti a guardare.

Annullamento della misura cautelare

Mentre la scuola avvia un procedimento disciplinare nei confronti delle insegnanti, A. C., difesa dall’avv. Pasquale Di Iacovo, presenta ricorso contro la misura cautelare. L’interdizione viene annullata nel Luglio 2018 dalla Corte di Cassazione, per insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza.

Se vuoi approfondire la vicenda giudiziaria, accedi all’area riservata

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

error: Il contenuto è protetto da copyright
Close search
Cerca