skip to Main Content

Denuncia maltrattamenti sull’alunna: maestra sospesa

Denuncia Maltrattamenti Sull’alunna: Maestra Sospesa

Pavia – 28 Ottobre 2019

Una maestra denuncia maltrattamenti sull’alunna e viene sospesa.

La donna della provincia di Pavia è stata sospesa dalla dirigente scolastica dopo aver denunciato i maltrattamenti in famiglia a carico di una sua alunna di scuola elementare. Il Tribunale annulla il provvedimento.

Un caso opposto a Cardito

Aveva fatto scalpore la storia di Cardito, dove un bambino era morto per le violenze subite dal compagno della madre mentre la sorellina aveva raccontato alle maestre dei maltrattamenti in famiglia. Maestre rimaste in silenzio. Al contrario, questa insegnante viene sospesa dalla preside per aver denunciato, violando a suo dire il segreto d’ufficio.

I campanelli di allarme

La vicenda risale all’anno scolastico 2018-2019 ma emerge a distanza di un anno, sulle pagine de La provincia pavese. La maestra avrebbe rilevato maltrattamenti in famiglia su una sua alunna: talvolta era arrivata in classe con lividi sulle gambe e spesso scoppiava in pianti improvvisi, senza apparente motivo. Chiari campanelli di allarme che l’insegnante pare non aver mai sottovalutato.

La denuncia

La donna riferisce ogni episodio alla preside, ponendo anche segnalazione scritta di quei sospetti maltrattamenti in famiglia. Dopo alcuni mesi senza che la dirigente prenda provvedimenti, la maestra decide di rivolgersi autonomamente alle forze dell’ordine e così, dopo un episodio in cui la stessa bambina racconta di essere stata picchiata dal padre, presenta denuncia per maltrattamenti ai Carabinieri.

Maestra sospesa

La dirigente sospende la maestra per un giorno, senza retribuzione, perché a suo dire avrebbe violato il segreto d’ufficio e recato danno all’immagine della scuola. “Con questi provvedimenti si alimenta l’omertà, inducendo i colleghi dell’insegnante sospesa a non seguire questo esempio e a tacere nel caso in cui vengano a conoscenza di episodi gravi”, commenta il sindacato Uil scuola.

La revoca della sospensione

“La bambina era in pericolo e ho deciso di agire secondo coscienza. Dobbiamo sempre aspettare la tragedia?” precisa la maestra che dopo l’accaduto si rivolge al Tribunale. A distanza di qualche mese arriva la pronuncia del giudice Donatella Oneto: la dirigente scolastica che ora ha preso il posto di quella autrice del provvedimento deve revocare la sospensione e corrispondere all’insegnante la mancata retribuzione di 75 euro. L’udienza è rinviata al 15 dicembre 2019.

Bambina affidata alla nonna

A dimostrazione del pericolo corso dalla piccola, in seguito alla segnalazione al Tribunale dei minori la bambina è temporaneamente affidata alla nonna.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e dell’insegnante coinvolta. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

×Close search
Cerca