Insegnante accusata di maltrattamenti a Nepi


Nepi (VT) –  27 Gennaio 2017 – Agg. 19 feb. 2018

Insegnante quarantenne accusata di maltrattamenti nella Scuola Materna Alessandro Stradella di Nepi, Viterbo. Le indagini, coordinate dal Pubblico Ministero Paola Conti, risalgono al dicembre 2016.

Le indagini

Sono alcuni genitori a far partire le indagini. Denunciano nel dicembre 2016, avendo notato che i bimbi rientravano a casa con le orecchie arrossate ed erano diventati violenti e lamentosi. Le indagini, condotte dal Nucleo Operativo di Civita Castellana, si avvalgono delle intercettazioni ambientali e durano una decina di giorni.

I comportamenti dell’insegnante

Dal riscontro coi video, la situazione appare immediatamente inquietante. Le immagini riprenderebbero l’insegnante che intimorisce i bambini gridando e minacciandoli, alzando le mani e promettendogli schiaffi e botte. Sempre secondo le indiscrezioni, l’insegnante parrebbe solita mettere i bambini in punizione faccia al muro, negandogli anche di andare in bagno. Calci nel sedere, tirate di orecchio, scappellotti quotidiani, il tutto “condito” con frasi quali “Se non la smetti ti picchio”, “Se fai il cattivo ti lego alla sedia”. Ecco cosa aveva causato il “cambiamento negativo” negli atteggiamenti dei bambini.

La sospensione

Visionati i filmati e ascoltate le intercettazioni ambientali, il gip interroga l’insegnante calabrese. La donna risponde a tutte le domande per chiarire la sua posizione. Il giudice poi dispone la sospensione dall’insegnamento per due mesi.

Il giudizio immediato: maltrattamenti e abbandono di minore

Richiesto dal sostituto procuratore Paola Conti , il 9 febbraio prende il via il giudizio immediato. Davanti al giudice Gaetano Mautone, sono sette le famiglie costituitesi parte civile. In udienza emerge che la donna deve rispondere non solo di maltrattamenti ma anche di abbandono di minore (art.591 c.p.) Il giudice dispone la trascrizione delle intercettazioni ambientali. Giudizio rinviato al 9 marzo.

La Via dei Colori Onlus è a completa disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte in questo caso terribile. Chiunque avesse bisogno di consulenza tecnica gratuita o di un sostegno legale e psicologico specializzato in casi dubbi o accertati di maltrattamento, può contattarci attraverso il nostro Numero Verde 800-98.48.71 oppure scrivendo alla mail associazionelaviadeicolori@gmail.com

LA VICENDA dell’insegnante di Nepi:

  • Dicembre 2016: Partono le indagini, a seguito di denunce fatte dai genitori
  • 26 Gennaio 2017: Interrogatorio di Garanzia per l’insegnante. La maestra riceve la notifica di misura cautelare
  • 14 Febbraio 2017: Otto genitori su ventisei fanno richiesta per costituzione di parte civile
  • 9 Febbraio 2018: Parte il giudizio immediato

Ilaria Maggi

Informazioni su Ilaria Maggi

Classe '78, fiorentina, perito informatico. Dal 2 Dicembre 2010 riveste con enorme orgoglio la posizione di Presidente dell'Associazione La Via dei Colori. Il sopravvenire di un evento traumatico quale è stato lo scoprire che il proprio figlio è stato vittima dei terribili fatti accaduti all'Asilo Cip Ciop di Pistoia, non è riuscito ad intaccare la sua convinzione che "Insieme si può far qualcosa". E' per questo che da quel Dicembre 2010 investe tempo, cuore ed energia nella "nostra" associazione, non solo per mettere la propria esperienza a disposizione di chi si trova a vivere la sua stessa esperienza, ma anche e sopra a tutto per trovare insieme a tutti i suoi preziosissimi collaboratori, una strada in grado di prevenire che certi fatti possano di nuovo accadere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *