skip to Main Content

Insulti e percosse sui bimbi di un asilo nido nel varesotto

Insulti E Percosse Sui Bimbi Di Un Asilo Nido Nel Varesotto

Cocquio Trevisago (Varese) – 6 Dicembre 2019

Distribuiva quotidianamente insulti e percosse sui bimbi che avrebbe dovuto accudire. Ma non solo. Secondo la ricostruzione dei fatti descritta da Il Corriere, l’insegnante avrebbe invitato anche il proprio compagno 44enne che sarebbe stato ripreso dalle telecamere installate dagli inquirenti, sia mentre dormiva e cambiava d’abito, sia mentre era in intimità con l’indagata che lasciava avrebbe lasciato incustoditi i bimbi per scambiarsi effusioni nella stanza in un locale attiguo. La donna, residente in un paese vicino e indagata per maltrattamenti, sarebbe stata raggiunta dalla misura cautelare della sospensione dai pubblici uffici per un periodo di 6 mesi. L’ordinanza è stata firmata dal Giudice per le Indagini Preliminari (GIP) di Varese.

Le indagini avrebbero confermato mancata vigilanza, insulti e percosse sui bimbi

Come spesso accade, i dubbi avrebbero avuto origine da un cambiamento repentino e apparentemente immotivato notato dai genitori sui bimbi, tipico campanello di allarme del disagio. Le famiglie, preoccupate da questi sospetti, avrebbero esposto le loro perplessità all’autorità giudiziaria che avrebbe predisposto le intercettazioni ambientali.

Le telecamere, munite di microfoni e nascoste sai Carabinieri di Besozzo all’interno della struttura educativa privata, sono riuscite a immortalare sia il comportamento decisamente inappropriato dell’insegnante, sia la presenza del compagno con il quale si appartava. Mancata vigilanza, insulti e percosse sui bimbi piccolissimi che invece avrebbe dovuto accudire. Le frasi registrate nelle intercettazioni spaziano dalle offese alle umiliazioni, fra “piangi che così ti passa”, “guardati, fai schifo” e “sei proprio un terrone”.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

×Close search
Cerca