skip to Main Content

Maestra maltratta i bambini dell’asilo di Fabriano

Maestra Maltratta I Bambini Dell’asilo Di Fabriano

Fabriano (An) – 25 Ottobre 2016 – Agg. 18 Settembre 2018

Urla, punizioni e terrore in un asilo di Fabriano. La maestra maltratta venti piccoli fra i 3 e i 5 anni, secondo i video della Polizia. Misura cautelare per la donna, sospesa dal servizio.

L’incarico lasciato a metà

Si tratta della scuola d’infanzia “Anna Malfaiera” di Fabriano. Una maestra napoletana di circa 50 anni prende servizio in asilo nel Febbraio 2016 con un incarico annuale. Prima dell’estate invece lascia la scuola e la provincia. I suoi allievi sono una ventina, fra 3 e 5 anni.

I bambini manifestano campanelli di allarme

Ad aprile, intanto, una mamma nota cambiamenti negativi nel proprio figlio. Risvegli frequenti nella notte, incubi e gioco violento. Comportamenti tipici tra i campanelli di allarme. Il bambino metteva in atto comportamenti violenti nel gioco con i peluche. Li metteva in castigo e li rimproverava: Non lo fare più! Hai capito? Non te lo dico più! In castigo subito! Vai a riflettere seduto lì! E basta!”. Parte così la denuncia.

Le telecamere registrano: la maestra maltratta i piccoli

Le indagini partono con la segnalazione di una coppia, ma anche altri genitori riscontrano poi gli stessi campanelli di allarme. Il Commissariato di Polizia, diretto da Michele Morra, installa le telecamere nell’aula della maestra e presto registra offese quali “Stronzo”, “imbecille”, “perdente”, disgraziato”, topolino che fa la cacca“. E ancora urla, graffi, strattoni, punizioni. I bambini non raccontavano nulla, come spesso accade, perché la maestra li minacciava.

La misura cautelare e la richiesta di annullamento

La maestra riceve la notifica della misura cautelare: è sospesa dal servizio. La donna si rivolge all’Avv. Stefano Mengucci per fare ricorso al Tribunale del Riesame di Ancona. L’obiettivo è tentare l’annullamento in quanto madre di tre figli e bisognosa del lavoro.

Il rinvio a giudizio

Nel Settembre 2018 la maestra viene rinviata a giudizio dal Gup di Ancona, Paola Moscaroli. L’accusa è maltrattamenti, l’avvocato della donna nega maltrattamenti di tipo fisico. La prima udienza del processo è prevista per il 4 aprile 2019.

Se vuoi approfondire la vicenda giudiziaria, accedi all’area riservata

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

 

SE VUOI APPROFONDIRE ACCEDI ALL’AREA RISERVATA

×Close search
Cerca