skip to Main Content

Maestro accusato di pedofilia I genitori: “Pena esemplare”

M.A. scrive per Il Giorno. Per Leggere articolo clicca QUI.

Palosco, 4 maggio 2013 – Una raccolta di firme e un corteo per chiedere una pena esemplare nei confronti del maestro delle scuole di Palosco accusato di abusi sessuali su nove alunni. Le iniziative sono state organizzate dal Comitato dei genitori degli studenti e sono in programma oggi e domani, nel corso della manifestazione “Notte Bianca”. Il gazebo per raccogliere le firme sarà presente questa sera in paese, mentre il corteo si snoderà lungo le vie di Palosco domani pomeriggio, con partenza alle 17 dall’istituto scolastico. Il timore dei genitori dei ragazzini è che l’uomo, che verrà processato il 13 maggio, possa cavarsela con una pena lieve, grazie al fatto che il gup ha accettato la sua richiesta di essere giudicato con l’abbreviato, lo speciale rito che, in caso di condanna, consente di ottenere lo sconto di un terzo sulla pena finale.

Il Comitato qualche settimana fa aveva organizzato una manifestazione per protestare contro la possibilità che l’uomo, scaduti i termini degli arresti domiciliari, potesse tornare in libertà. Ma la misura era stata prorogata con un’ordinanza urgente dal gip Giovanni Petillo e l’uomo rimarrà fino al 20 maggio ai domiciliari, che sta scontando in una canonica top-secret della provincia di Bergamo. A inguaiare il maestro, il 17 aprile del 2012, era stato un bambino di 9 anni che, al fratello maggiore, aveva raccontato del suo insegnante che lo portava nel seminterrato della scuola e lo molestava.

×Close search
Cerca