skip to Main Content

Maestro in manette per maltrattamenti.

Maestro in manette per maltrattamenti a TrevisoTREVISO 15 Ottobre 2014 –

Il maestro accusato di maltrattamenti si chiama Ferdinando Cadicamo ed ha 55 anni.  Nella giornata del 15 Ottobre 2014, il maestro in questione è stato sospeso dall’attività d’insegnamento con l’accusa di maltrattamenti nei confronti dei suoi studenti elementari.

Le indagini, svolte con l’ausilio di telecamere nascoste dalla squadra mobile di Treviso diretta da Enrico Biasutti, confermerebbero che l’uomo avesse comportamenti violenti con studenti di 6-7 anni.
Calci, ceffoni, botte dietro la nuca, tirate d’orecchio e torsioni del braccio sembrerebbe fossero i comportamenti all’ordine del giorno messi in atto dal maestro.
L’insegnante calabrese ma trasferito a Treviso già da moltissimo tempo, era un insegnante precario già denunciato in passato da un genitore per lesioni colpose.

Il maestro non era nuovo a questi atteggiamenti:

A segnalare i possibili comportamenti violenti di questa persona, è stato lo stesso dirigente della strutturaFerdinando Cadicamo, che ha permesso con la propria segnalazione, di far aprire le indagini che proseguivano già dall’aprile del 2013. Le indagini, coordinate dal PM Massimo de Bortoli, vennero chiuse con la fine dell’anno scolastico 2012-2013, ma attendendo il provvedimento ed essendo il maestro un precario, questo viene riassegnato ad un nuovo istituto del trevigiano. Qui, secondo le ricostruzioni dei fatti, pare non ci fossero stati episodi rilevanti da settembre 2013 a febbraio 2014.

Con la prima segnalazione avvenuta tra il febbraio ed il marzo 2014, Cadicamo riceve una sanzione disciplinare, la Procura fa richiesta di una misura cautelare ma il GIP non accetta la richiesta.
Da qui il ricorso al Tribunale del Riesame partito contestualmente al trasferimento dell’insegnante in un terza scuola ignara dei precedenti.
E’ in questa terza scuola che l’uomo viene FINALMENTE raggiunto dal provvedimento disciplinare e la denuncia per maltrattamenti.

LA VICENDA:

  • A.S. 2012/2013 :  Su segnalazione di un dirigente scolastico partono le indagini su Ferdinando Cadicamo, 55 anni.
  • Giugno 2013:  Chiusura delle indagini coordinate dal PM Massimo de Bortoli.
  • Settembre 2014: Attendendo il provvedimento cautelare, l’insegnante viene riassegnato ad una seconda scuola. Nessuna nuova segnalazione
  • Febbraio-Marzo 2014: Nuove segnalazioni portano alla sanzione disciplinare per l’uomo. La Procura fa richiesta della misura cautelare ma il GIP non la accetta. Parte il ricorso al Tribunale del Riesame.
  • Settembre 2014: L’uomo viene assegnato ad una terza scuola dove viene raggiunto finalmente dal provvedimento e dalla denuncia per maltrattamenti
×Close search
Cerca