skip to Main Content

Maltrattamenti in una scuola di Molare: indagate le maestre

Maltrattamenti In Una Scuola Di Molare: Indagate Le Maestre

MOLARE – 21 Settembre 2019

Nuovo caso di maltrattamenti in una scuola primaria di Molare nell’alessandrino. Due maestre sono state indagate con l’accusa di maltrattamenti sugli allievi della loro scuola. Le denunce sarebbero partite dai genitori di uno dei bambini che per altro aveva una delicata patologia. Le indagini, che avrebbero previsto anche l’uso delle intercettazioni ambientali, avrebbero confermato le ipotesi iniziali. L’indagine avrebbe avuto inizio nel Maggio 2019 a valle della denuncia di una famiglia.

Le intercettazioni ambientali confermerebbero i dubbi sui maltrattamenti

Nelle immagini registrate dagli inquirenti attraverso telecamere nascoste nella struttura, ci sarebbero scene che ben poco lasciano all’immaginazione. Secondo le indiscrezioni infatti, in alcuni flash si vedrebbero gli insegnanti che prendono i bimbi di poco più di 5 anni per i piedi trascinandoli sul pavimento. Afferrati per le braccia e sollevati, spinti sui materassini con forza o strattonati: i maltrattamenti nella scuola di Molare pare fossero all’ordine del giorno.

Contestato il reato di maltrattamenti in una Scuola di Molare ad Alessandria

Bimbi tirati per i piedi, fatti strisciare o afferrati per le braccia. Il reato contestato dalla procura è quello di maltrattamenti e accade in una scuola dell’alessandrino. Mentre il Pubblico Ministero (PM) però vorrebbe decidere nel proseguo delle indagini per ulteriori accertamenti, il Giudice per le indagini preliminari (GIP) Tiziana Belgrado, a valle degli interrogatori di garanzia, ridimensionando le accuse nn avrebbe accordato alcuna misura cautelare. Negli interrogatori infatti parrebbe che le indagate abbiano trovato -per le scene registrate dalle telecamere- spiegazioni che avrebbero convinto il Giudice della Procura di Alessandria.

Le spiegazioni delle indagate convincono il Giudice ma non il Pubblico Ministero

Durante gli interrogatori di garanzia davanti al Giudice Belgrado, le maestre indagate avrebbero spiegato i loro comportamenti, giustificandoli e minimizzandoli. Secondo le indiscrezioni le donne avrebbero infatti detto che alcuni bimbi con problematiche patologiche ad esempio, si buttino in terra autonomamente o cadano di frequenza senza motivo alcuno. Hanno riferito che il “trascinamento per i piedi” era un gioco innocente richiesto dall’alunno stesso. Hanno poi detto che in svariate occasioni sono invece state costrette a strattonarli al fine di allontanarli da una situazione di pericolo per metterli in salvo. Il Gip a valle di queste giustificazioni, pare aver deciso che almeno per una delle indagate non si ravvederebbe il reato di maltrattamenti. Sulla collega il Tiziana Belgrado avrebbe invece ritenuto, al limite, il reato di Abuso dei Mezzi di Correzione (571 cp).

Il fascicolo per maltrattamenti torna al PM

Nel Settembre 2019, il GIP ha restituito il fascicolo al PM con le proprie conclusioni. Il magistrato a questo punto dovrà valutare se procedere con ulteriori approfondimenti come ad esempio gli incidenti probatori sui bambini o una perizia sui video che possano valutare se le immagini siano coerenti con le giustificazioni date dalle indagate.

Secondo quanto espresso dai giornalisti de Il Piccolo, pare che nel 2018 si fossero già verificati diverbi tra genitori, personale ATA (una bidella nel specifico) e la preside Patrizia Grillo del Comprensivo di Molare. Anche in quel caso i dissapori erano sfociati poi in denunce reciproche. I fatti precedenti, sfociati appunto in una denuncia, erano stati raccontati con dovizia di particolari da Alessandria Oggi.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

×Close search
Cerca