skip to Main Content

Maltrattamenti al nido, per la maestra divieto di avvicinamento ai bimbi

Maltrattamenti Al Nido, Per La Maestra Divieto Di Avvicinamento Ai Bimbi

Udine – 23 Maggio 2018 – Agg. 4 Luglio 2019

Ha trent’anni la maestra accusata di maltrattamenti in un asilo nido di Udine, verso la quale il GIP ha disposto divieto di avvicinamento alle parti offese.

Maltrattamenti al nido

Sono le colleghe a far partire le indagini, segnalando l’educatrice dell’asilo nido privato. Ha 30 anni e risiede a Udine. E secondo l’accusa, sottopone i bambini tra 10 e 22 mesi a maltrattamenti fisici e psicofisici. Le indagini si svolgono tra agosto 2017 e marzo 2018 e si avvalgono di intercettazioni. I bambini sono troppo piccoli per parlare.

Bambini strattonati e spostati con i piedi

L’accusa è di maltrattamenti continuati a carico di minori. Titolare dell’indagine è il Sostituto Procuratore Annunziata Puglia. Dalle immagini registrate dalle telecamere emergono bambini strattonati, spostati con i piedi e vittime di altre costrizioni fisiche se non riposavano. Non risultano segni sui bambini quali lividi, ematomi o ferite ma certamente vengono a galla comportamenti inadeguati, nonostante i titoli per il ruolo esercitato, e incapacità di gestione dei bambini. Per evitare la reiterazione del reato la Procura chiede una misura cautelare.

Divieto di avvicinamento

Il GIP di Udine Andrea Comez dispone l’allontanamento dalla struttura e il divieto di avvicinamento alle parti offese. Alla misura danno esecuzione i carabinieri di Udine e Udine Est. Dinanzi al Gip la donna risponde: Non erano maltrattamenti, ma metodi educativi concordati con i genitori. A giugno il divieto di avvicinamento viene annullato dal Tribunale del Riesame di Trieste. A decidere è il giudice Enzo Trucellito, a commentare è l’avvocato difensore, Maria Elena Giunchi: “Evidentemente si è trattato di una caccia alle streghe“.

Indagini chiuse

A Luglio 2019 arriva l’Avviso di conclusione indagini preliminari.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

 

 

SE VUOI APPROFONDIRE ACCEDI ALL’AREA RISERVATA

×Close search
Cerca