skip to Main Content

Milano, faccia al muro con un cartello sulla schiena: Asino

Milano, Faccia Al Muro Con Un Cartello Sulla Schiena: Asino

Milano – 7 Marzo 2019

In fondo alla classe, faccia al muro, con un cartello sulla schiena che recitava: Asino. Così sarebbe stato punito un bambino di una scuola media del centro di Milano. I compagni hanno ripreso la scena e sono stati sospesi.

La punizione

L’episodio accade a metà febbraio 2019. In classe vi è una supplente. Un bambino, 13 anni, disturba la lezione e la professoressa decide di punirlo mandandolo in fondo alla classe, faccia al muro. Due alunni fanno presente che questo comportamento non è normale e la docente punisce anche loro, con una nota sul registro.

La scena registrata

Una ragazzina prende il tablet di un compagno, autorizzato a usarlo, e riprende la scena dell’alunno faccia al muro, con un cartello sulla schiena: Asino. Un altro scatta delle foto. Le immagini girano sulla chat di classe.

La sospensione agli alunni

La dirigente scolastica sospende i ragazzi che hanno filmato la scena perché non è consentito l’uso di dispositivi elettronici in classe. Avrebbero dunque violato un regolamento. Quanto alla supplente, la preside chiede l’intervento dell’Ufficio scolastico : “Un preside può disporre nei confronti di un docente soltanto per sanzioni fino a dieci giorni, se considera il suo comportamento più grave deve rivolgersi all’ufficio competente che è l’Ufficio scolastico e così è stato deciso“.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

×Close search
Cerca