skip to Main Content

Mileto, i maltrattamenti di sei maestre su un bimbo disabile

Mileto, I Maltrattamenti Di Sei Maestre Su Un Bimbo Disabile

Mileto (VV) – 30 Aprile 2011 – Agg. 24 Gennaio 2019

Sei maestre sotto accusa. A Mileto, in provincia di Vibo Valentia sei maestre della scuola d’infanzia pubblica sono accusate di maltrattamenti nei confronti di un bambino disabile. Picchiato e rinchiuso in uno stanzino buio.

La segnalazione anonima con dvd

Nell’aprile 2011 i Carabinieri di Mileto ricevono un dvd in forma anonima: contiene le immagini delle violenze subite da un bambino disabile nella scuola d’infanzia. Partono le indagini con sei microcamere all’interno dell’asilo. L’operazione si chiama “Don Rodrigo”.

L’operazione don Rodrigo: minacce, botte e stanze buie

Il nome dell’operazione è dovuto al fatto che il bambino venisse picchiato, rinchiuso in uno sgabuzzino buio e minacciato di essere consegnato all’orco o all’uomo nero Don Rodrigo. Gli inquirenti si avvalgono anche dell’ausilio del Ctu, prof. Giuseppe Orfanelli, esperto di psicologia infantile, e della consulenza del dott. Federico Mantile, neuropsichiatra infantile.

Domiciliari per quattro maestre

A luglio quattro maestre finiscono agli arresti domiciliari con l’accusa di maltrattamenti fisici e psicologici. L’avviso di conlusione indagini preliminari viene notificato a sei maestre, di cui tre insegnanti di sostegno e una fiduciaria del dirigente scolastico. Il Pm è Vittorio Gallucci, il Gup è Gabriella Lupoli.

Sei maestre rinviate a giudizio

A settembre 2013 le sei maestre vengono rinviate a giudizio, nonostante l’eccezione di inutilizzabilità delle riprese audio-video presentata dalla difesa, intenzionata a eliminare dal procedimento la principale prova dell’accusa. Sono E.M., 39 anni, A.M., 51 anni, M.T.S., 58 anni, F.D.L.C., 46 anni, M.R.R., 39 anni e A.M.V., 50 anni. I genitori, rappresentati dall’avv. Giuseppe Di Renzo, si costituiscono parte civile.

Condanna per tutte le maestre

A gennaio 2019 le sei maestre sono tutte condannate dal giudice Maria Russo. Pene più alte di quelle richieste dal Pm. Tre anni e sei mesi di reclusione per Adriana Mangone, Francesca De Liguori Cimino, Elena Magliaro e Maria Teresa Spina; tre anni di reclusione a Maria Teresa Riso e Anna Maria Veneziani. Tutte le insegnanti sono interdette dai pubblici uffici per cinque anni. Le pene sono superiori alle richieste del Pm che aveva invocato pene da un anno e otto mesi a due anni e quattro mesi.

SE VUOI APPROFONDIRE ACCEDI ALL’AREA RISERVATA

×Close search
Cerca