skip to Main Content

Perugia: Un’infermiera Maltratta una Neonata in culla.

(Articolo a cura de La Via dei Colori)

Perugia, 26 novembre 2013 – Una neonata col femore fratturato ed una frase terribile che riecheggia nei corridoi del reparto di Neonatologia dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia: «Adesso resta per tutta la notte nella tua merda… ». A parlare dell’accaduto, sarebbero state qualche giorno dopo i fatti,  alcune tirocinanti ostetriche presenti al momento dei fatti. L’infermiera accusata, difesa dall’Avvocato Parretti, ha sempre sostenuto di NON aver neanche cambiato il pannolino alla bimba, negando quindi ogni addebito relativo.

LVdC: Maltrattamenti in culla. INdagata un'infermiera di Perugia.

Dalle indagini effettuate dall’ufficio competente dei procedimenti disciplinari, pare che durante la notte tra il 16 e il 17 luglio 2013, un’infermiera si sia macchiata di un comportamento enormemente scorretto ai danni di una neonata.  Durante il cambio del pannolino infatti, pare che la donna abbia non solo usato modi non consoni ma anche manovre sbagliate condite con parole violente e sgarbate. L’infermiera avrebbe avuto atteggiamenti talmente bruschi che potrebbero aver addirittura provocato alla neonata una frattura scomposta del femore.

L’Azienda ospedaliera ha immediatamente preso in carico le indagini in merito a questa vicenda tanto delicata quanto inquietante, segnalando immediatamente gli atti della propria indagine interna ai Carabinieri del NAS. A seguito delle proprie indagini, l’Azienda Ospedaliera ha inoltre provveduto a sospendere per 4 mesi la donna sia dal servizio che dallo stipendio. Si attendono ora le risposte da parte delle Forze dell’Ordine che, nel caso in cui i genitori decidessero di sporgere ufficialmente denuncia per lesioni contro l’operatrice sanitaria, potrebbero portare a risvolti penali piuttosto importanti. Le tirocinanti che hanno portato alla luce i fatti, sarebbero state sentite dagli investigatori del NAS che stanno cercando di ricostruire tutta la faccenda al fine di verificare gli eventuali profili penali.

I FATTI:  Secondo le ricostruzioni delle indagini interne, nella notte tra il 16 ed il 17 Luglio scorsi, l’infermiera stava svolgendo il turno dalle 22 alle 7 del mattino. Durante l’orario lavorativo, la donna si sarebbe alterata quando la piccola l’ha sporcata dimenandosi durante il cambio. Questo “imprevisto prevedibile” l’avrebbe sconvolta a tal punto da indurre la donna prima a sollevare bruscamente la neonata e poi a rimetterla sgarbatamente nel lettino ancora sporco di feci, dicendole stizzita: «Stai nella tua merda… ».Un’infermiera presente nello stesso turno incriminato ha riferito che nel corso della notte la neonata avrebbe cominciato a piangere inconsolabile manifestano, a modo suo, un possibile dolore a una gambina. Immediatamente è stata richiesta una consulenza medica d’urgenza ed è stata eseguita una lastra alla gamba della piccola che ha evidenziato la frattura scomposta del femore destro. La frattura riscontrata, secondo i medici NON è di origine patologica ma più facilmente di origine traumatica. La prima indagine è partita immediatamente all’interno dell’Azienda ospedaliera di Perugia che ha provveduto a sentire sia le tirocinanti che hanno denunciato per prime il fatto, sia medici ed infermieri presenti al momento dei fatti. 

La Via dei Colori si è già messa in contatto con i NAS che stanno curando le indagini per mettersi a completa disposizione degli inquirenti e della famiglia per il supporto organizzativo, medico e legale di prima necessità tramite il proprio Team ed il Comitato Scientifico.

Altri Articoli:

La Nazione, Radio Love&Music, Sostenitori delle Forze dell’Ordine,

×Close search
Cerca