skip to Main Content

Picchiati in un asilo di Pavia: alunni sporchi e senza cibo

Picchiati In Un Asilo Di Pavia: Alunni Sporchi E Senza Cibo

Pavia, 1 Febbraio 2020

Picchiati in un asilo di Pavia, lasciati sporchi e col solito pannolino per ore e ancora costretti a mangiare con la forza.
Questo il terribile scenario in cui i piccolissimi bambini sarebbero stati costretti a vivere (sopravvivere) all’Asilo Nido San Martino Siccomario nella provincia pavese.
Ieri l’Avviso di Conclusione Indagini Preliminari (ACIP) è stato notificato alla dirigente della struttura e a 3 delle loro insegnanti, tutte indagate per il reato di maltrattamenti (572 CP). La responsabile della struttura e e le tre operatrici hanno tutte età compresa tra i 21 e i 42 anni.

Le indagini confermerebbero i fatti sconcertanti

L’inchiesta condotta dalla Procura di Pavia e coordinata dal Pubblico Ministero(PM) Chiara Giuiusa, avrebbe confermato i dubbi iniziali. I fatti contestati sarebbero avvenuti tra il 2017 e il Marzo 2019 quando l’asilo è stato poi chiuso ma la realtà che emerge dalle indagini e dalla ricostruzione dei giornali che ne danno notizia è davvero sconcertante.
Secondo la ricostruzione di alcune testate giornalistiche un bambino, che all’epoca dei fatti aveva soltanto 2 anni, sarebbe stato legato ad un seggiolone e colpito con uno schiaffo ad un labbro, provocandogli sanguinamento e gonfiore.
Il bambino a casa aveva dato segnali di disagio manifestando addirittura difficoltà di linguaggio.

Bimbi picchiati nell’asilo e lasciati sporchi e senza cibo per ore

Secondo quanto emerso dall’inchiesta i i bimbi non solo venivano picchiati nell’asilo. La responsabile infatti avrebbe chiesto alle proprie collaboratrici di cambiare i bimbi e i lettini il meno possibile. Avrebbe inoltre ordinato solo la metà dei pasti numericamente necessari per nutrirli, dividendo poi il tutto fra i bimbi presenti.

Gli inquirenti avrebbero quindi rilevato scarse condizioni igieniche con materassini e lettini sporchi e inadatti ai bambini.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti infrastrutturali presunti o documentati.

×Close search
Cerca