skip to Main Content

Pompei: maestro pedofilo resta ai domiciliari.

(Segnalato da Antonella Paparelli)

POMPEI – Città sconvolta dall’ennesima notizia Choc che riguarda orchi cattivi e piccoli bimbi.

Un maestro 50enne impiegato presso la scuola elementare del centro e residente nella periferia di Pompei, è stato arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di pedofilia. Gli investigatori infatti avrebbero trovato prove sufficienti a dimostrare che l’insegnante, negli ultimi tre anni, avrebbe abusato di almeno uno dei bambini che vedeva per lezioni private pomeridiane.

A far partire le indagini era stata la denuncia dei genitori, che già nel 2010 avevano notato cambiamenti comportamentali ed umorali nel loro piccolo e che, provando a stabilire col bambino un dialogo aperto, erano riusciti a farlo sfogare.

Il bimbo infatti, dopo le prime reticenze generate dalla paura e dal senso di colpa, aveva raccontato di abusi avvenuti durante gli incontri pomeridiani; è stato così che la coppia ha deciso di sporgere denuncia presso il comando dei Carabinieri di zona.

Durante le indagini sono state necessarie intercettazioni ambientali e telefoniche che però, hanno permesso ai militari di incastrare l’uomo noto nella città mariana per le sue attività presso la scuola. In una delle riprese, secondo le indagini, il 50enne si sarebbe masturbato davanti al bambino, costringendo quest’ultimo ad atti sessuali. Le indagini tutt’ora in corso, stanno tentando di capire se nella trappola dell’insegnante, siano caduti altri piccoli bimbi indifesi.

Sebbene in questi casi sia d’obbligo giusto tener conto del ragionevole dubbio, al presunto “orco” sembrano essere stati concessi i domiciliari.

Fonti: Il Fatto Vesuviano,

×Close search
Cerca