skip to Main Content
Linea Gialla – LA7

Le storie dei bimbi maltrattati all’asilo Cip Ciop di Pistoia e la tragedia del piccolo Mattia Pierinelli sono stati alcuni degli argomenti che saranno affrontati nel corso della puntata di “Linea Gialla” condotta da Salvo Sottile.

Questa volta Salvo non è andato per il “Sottile” ed è riuscito, tramite l’inviata di Linea Gialla Tommi Guerrieri, a far parlare ai microfoni della trasmissione che conduce in prima serata, la zia di Anna Laura Scuderi, la mamma di Elena Pesce e Donatella Giovannini, funzionaria del Comune di Pistoia imputata nel Processo.

Da mesi non si avevano più notizie di Anna Laura Scuderi (all’epoca dei fatti titolare dell’asilo ‘Cip Ciop’) e della maestra Elena Pesce, già condannate in primo grado a Genova rispettivamente a sei anni e quattro mesi e cinque anni di reclusione.

Tra le tante voci che hanno avuto spazio durante la trasmissione anche quelle dei genitori dei bimbi maltrattati al Cip Ciop, fondatori dell’associazione “La Via dei Colori”. Per la prima volta, inoltre, davanti alle telecamere sentiremo la storia di Cristiana, la mamma del bimbo diabetico, che in quello stesso asilo avrebbe potuto perdere la vita.

In studio Ilaria Maggi, presidente de La Via dei Colori, ha raccontato ancora una volta cosa è successo a Pistoia il “2 dicembre 2009” assieme ai genitori del piccolo Mattia Pierinelli, il bimbo pistoiese di 9 mesi spirato all’ospedale del Meyer a seguito di un malore che lo aveva colpito, sempre il 2 dicembre 2009, all’asilo comunale Lago Mago di Pistoia. Solo nel 2013 i periti del Tribunale attribuiranno la morte del piccolo alla ‘Shaken Baby Syndrome’ (Sindrome del bambino scosso ndr.) scatenata nell’arco temporale di permanenza all’asilo.

La Via dei Colori oggi è un punto di riferimento per coloro che, affidando se stessi o i propri cari ad una struttura pubblica o privata, rimangono vittime in qualche modo di abusi o maltrattamenti di varia natura.

Sebbene sia preoccupante il numero sempre maggiore di segnalazioni di questa natura – spiega Ilaria Maggi Presidente de La Via dei Colori – siamo sollevati di poter mettere a disposizione la nostra esperienza e le competenze del nostro Comitato Scientifico per sostenere e guidare coloro che si trovano a vivere momenti così traumatici. Siamo felici – conclude la Presidente – di aver potuto contribuire a divulgare notizie ed informazioni, dando voce alle vittime ed alle loro famiglie e sensibilizzando l’opinione pubblica riguardo temi molto importanti. Il web per questo è una risorsa meravigliosa che ci permette di far conoscere e condividere realtà che probabilmente, diversamente, passerebbero sotto silenzio.”

Ne hanno parlato anche:

×Close search
Cerca