skip to Main Content
Mattia Pierinelli: Di Nuovo In Corsa Verso La Giustizia!

COMUNICATO STAMPA H 16:00

(A cura di Benedetta Maffia)

Riparte l’inchiesta per la morte di Mattia Pierinelli. Oggi il GIP Patrizia Martucci ha accolto la volontà dei genitori di respingere la seconda richiesta di archiviazione formulata dalla Procura di Pistoia ed ha riaperto il Processo Penale al fine di stabilire i responsabili effettivi della morte prematura del piccolo. Il Giudice ha chiesto ad Arturo Cama e Andrea Rossi, i due periti del Gaslini di Genova incaricati dal tribunale di restringere ulteriormente la “fascia oraria” in cui il bimbo avrebbe ricevuto lo “scossone” che ne ha poi provocato prima il coma e poi la morte. In base a quest’ennesima perizia, che dovrà essere consegnata entro 4 mesi da oggi, sarà possibile stabilire quali maestre fossero presenti all’interno della struttura, responsabili quindi a vario titolo della tragedia.

La nostra gioia è infinita – dice commossa la mamma del piccolo Mattia – anche se questo è solo l’ennesimo ‘primo passo’ verso la Giustizia per nostro figlio. Mattia merita che la sua morte non passi inosservata e che la verità su tutti coloro che si sono resi a vario titolo corresponsabili della sua morte, venga alla luce identificando le persone responsabili della sua morte”.

Secondo i periti del Gaslini l’orario è da ritenersi sicuramente successivo all’ingresso all’asilo. “Ho chiamato l’asilo alle 10:30 e mi hanno detto che Mattia stava giocando sul tappetone – afferma Caterina Innocenti madre del piccolo – …alle 12:28 è stato chiamato il 118 e Mattia era in coma. Noi vogliamo sapere che cosa sia successo in quelle due ore e siamo sicuri che i periti del Tribunale sapranno accertare la verità affinchè nostro figlio abbia la Giustizia che merita!”.

L’avvocato della famiglia Pierinelli, Maurilio D’Angelo, del Foro di Roma dichiara: “  Finalmente, dopo l’annullamento del decreto di archiviazione da parte della cassazione, la nomina di CTU in sede civile, con l’accoglimento dell’opposizione di oggi il processo si riapre. La soddisfazione è enorme perchè si può lavorare per la Giustizia.

La Via dei Colori, è estremamente contenta del risultato di quest’Udienza “Abbiamo fatto del nostro meglio per divulgare la tragica storia di Mattia – comunica Ilaria Maggi, presidente de La Via dei Colori – Nel nostro piccolo, abbiamo provato, tutti insieme, a star vicini a Caterina e Riccardo nella ricerca della Verità, anche se questo è soltanto un altro inizio. Non molleremo fin tanto che la Verità non sarà stata accertata ed i responsabili assicurati alla giustizia. Il numero di casi di maltrattamento scoperti sta aumentando esponenzialmente – afferma – ed occorrono pene severe, sicure ed un iter processuale che permetta di assicurare alla legge i responsabili, allontanandoli nel minor tempo possibile, dal loro ruolo d’insegnamento e dalla compresenza con persone indifese come i bambini.”

Per informazioni
Ufficio Stampa LVdC_Italia
Benedetta Maffia
press@laviadeicolori.org

×Close search
Cerca