skip to Main Content

Sinistra Piave, maestra assolta: il fatto non costituisce reato

Sinistra Piave, Maestra Assolta: Il Fatto Non Costituisce Reato

Sinistra Piave – 27 Aprile 2018

Era accusata di maltrattamenti, è stata assolta. Una maestra di seconda elementare di Sinistra Piave non sconterà nessuna pena richiesta dal PM perché, secondo il giudice di primo grado, il fatto non costituisce reato.

Schiaffi e pizzichi sulla bocca, mani al collo

A far scattare l’allarme, è una bambina che racconta alla sua mamma degli schiaffi della maestra. Bastava una lettera scritta male in corsivo per ricevere schiaffi sulla bocca. Anche altri bambini raccontano poi, come si legge sul Corriere delle Alpi: pizzichi, strattoni, una bambina era stata presa per il collo perché non era stata composta in fila. La maestra viene accusata di maltrattamenti ai danni di sei bambini di sette anni.

La sentenza di primo grado: Maestra assolta

Nell’udienza del 17 febbraio 2018, il Pubblico Ministero Rossi chiede tre anni di reclusione. I genitori di due gemelli si costituiscono parte civile e chiedono il risarcimento. Ma il 27 aprile un nuovo PM, Tricoli, non replica e dunque non si ascoltano neanche l’avvocato di parte civile, De Biase, né il difensore della donna, avv. Puglisi. Il giudice Coniglio si ritira in Camera di Consiglio e infine decide: maestra assolta perché il fatto non costituisce reato.

 

This Post Has One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto è protetto da copyright
Close search
Cerca