skip to Main Content

Terni: Anziani picchiati e umiliati, quattro arresti

Terni: Anziani Picchiati E Umiliati, Quattro Arresti

Terni – 9 Luglio 2013 – Agg. 27 Settembre 2018

Anziani picchiati e umiliati, minacciati e isolati, in una casa di riposo di Terni, in zona Santa Maria Maddalena. Emerge da un’indagine della Guardia di Finanza durata oltre tre mesi. Quattro arresti e struttura sotto sequestro.

Anziani abbandonati

Le indagini partono nell’aprile del 2013 con pedinamenti e identificazioni, proseguono anche grazie alla denuncia di alcune persone che lavorano nella struttura e decidono di non tacere di fronte agli episodi a cui hanno assistito. Percosse, umiliazioni e solitudine per gli anziani ospiti abbandonati per ore in un angolo senza compagnia né assistenza.

Picchiati e umiliati: schiaffi, morsi e oggetti addosso

Alcuni operatori, compresa la cuoca, percuotevano gli ospiti con schiaffi, strattoni e morsi, procurandogli lesioni. In altri casi – affermano le fiamme gialle coordinate dal comandante Amedeo Farruggio – gli tiravano i capelli o gli gettavano in faccia cuscini, tovaglioli e l’acqua contenuta nelle brocche e nei bicchieri”. “Altre volte per insultarli gli facevano il ‘gesto dell’ombrello’ e altri segni osceni, toccandosi le parti intime. Li deridevano minacciandoli di colpirli con scarpe o altri oggetti, infine li lasciavano per ore ‘parcheggiati’ in un angolo, senza alcuna compagnia, per zittirli. In altri casi erano sottoposti ad una sorta di supplizio cinese: ogni minuto una botta in testa, magari leggera, ma ripetuta decine di volte per un’ora, un’ora e mezzo, senza motivo. E non mancava chi, come il gestore di fatto della struttura, impartiva istruzioni di chiudere a chiave nelle loro stanze gli ospiti con particolari problematiche comportamentali“.

Violazioni alle norme igieniche

In un’occasione, pare che una malata di Alzheimer lasciata sola a se stessa, sia scivolata sul pavimento rompendosi un femore. Fra le violazioni contestate, oltre alle norme più basilari di umana decenza e igiene, sono state trovate mancanze sulle norme igienico-sanitarie del cibo e sulla vigilanza.

Quattro arresti

La struttura, che opera in regime di convenzione con la Asl, viene subito posta sotto sequestro. Nei confronti del gestore, 73 anni, scattano gli arresti domiciliari, così come per un’infermiera, una cuoca e un’operatrice sanitaria di età comprese fra i 38 e i 60 anni. Il provvedimento è emesso dal gip Pierluigi Panariello su richiesta del pm Elisabetta Massini.

Le misure cautelari

Altri due operatori sanitari della casa di riposo sono poi colpiti dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalle persone ricoverate e del divieto di comunicare attraverso qualsiasi mezzo con le stesse persone e con i loro stretti congiunti. La struttura che ospita circa 20 anziani e circa 15 addetti al servizio, è sotto sequestro preventivo, con l’affidamento della custodia e della gestione all’Ausl Umbria 2.

Il direttore dell’Asl 2: Nomineremo un responsabile

Sandro Fratini, direttore generale della Asl2, dichiara: “Il giudice ha disposto che fossimo noi a gestire questa fase e il nostro personale è già sul posto, per le verifiche tecniche, logistiche e organizzative”. Verrà “immediatamente nominato un responsabile del settore medico e uno del settore paramedico che con l’ausilio del personale non interessato dai provvedimenti della magistratura, provvederà a far sì che il servizio prosegua”.

Dieci persone a processo

Nel settembre 2018 il Gup di Terni stabilisce i rinvii a giudizio: dieci persone andranno a processo dal marzo 2019.

Se vuoi approfondire la vicenda giudiziaria, accedi all’area riservata

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

 

SE VUOI APPROFONDIRE ACCEDI ALL’AREA RISERVATA

×Close search
Cerca