skip to Main Content

Cibo scaduto e tentati abusi sessuali nella comunità per minori

Cibo Scaduto E Tentati Abusi Sessuali Nella Comunità Per Minori

Prosecco (Ts) – 27 Febbraio 2018

Cibo scaduto e tentati abusi sessuali, atti persecutori e maltrattamenti aggravati. Sono queste le accuse di cui deve rispondere il presidente della comunità per minori “La fonte” di Prosecco, Trieste.

Le indagini: 80 persone interrogate

F.C., 70 anni, è presidente della comunità per minori di Trieste. La polizia lo conduce agli arresti domiciliari a seguito di indagini complesse. La Procura indaga su quattro anni di presunti maltrattamenti e abusi: da settembre 2013 a settembre 2017. Sono ottanta le persone interrogate, tra testimoni e vittime. Ci sono dipendenti, ex dipendenti, collaboratori e minori stranieri non accompagnati provenienti da Kosovo, Albania, Pakistan, Afghanistan, Bangladesh.

Le accuse: cibo scaduto e tentati abusi sessuali

Dalle indagini, risulterebbe che l’uomo costringesse il personale responsabile della somministrazione dei pasti a servire cibo scaduto e talvolta diverso da quello indicato nel menu giornaliero. Tra il 2015 e il 2017 gli uffici sanitari hanno rilevato più violazioni rinvenendo cibo scaduto e mal conservato. L’episodio più grave è il tentato abuso sessuale a un minore: gli avrebbe offerto soldi in cambio di una prestazione sessuale. Non solo. Pare che in refettorio abbia mimato atti sessuali col cibo e nelle stanze avrebbe fatto domande esplicite sulle abitudini sessuali e provato ad accarezzare gli ospiti.

Maltrattamenti e atti persecutori

Frasi denigratorie, a sfondo razziale, minacce di rimpatrio, ingiurie, urla, gesti offensivi nei confronti dei minori. Non solo gli ospiti della comunità al centro dei suoi comportamenti, anche i dipendenti. In particolare, una ex direttrice avrebbe dovuto far ricorso a cure mediche perché vittima dei suoi atti persecutori.

La Via dei Colori Onlus è a disposizione delle Forze dell’Ordine e delle famiglie coinvolte. Chiunque abbia bisogno può contattarci al Numero Verde 800-98.48.71. O scrivendo a: sos@laviadeicolori.org. La Via dei Colori offre consulenza tecnica e informativa gratuita. A tutti i soci offriamo sostegno legale e psicologico specializzato in caso di maltrattamenti presunti o documentati.

 

 

error: Il contenuto è protetto da copyright
Close search
Cerca