skip to Main Content

Cosa è successo il 2 Dicembre? #ventiquattro

Cosa è Successo Il 2 Dicembre? #ventiquattro

h8-00Il 2 Dicembre è una data che ogni anno dal 2009 in poi sa di amaro e di dolce, di dolore e di gioia, di morte e di vita e quest’anno abbiamo voluto “festeggiarlo” con un’iniziativa che ha preso il nome di #ventiquattro e che per tutta la giornata del 2 Dicembre 2013 ha scandito gli orari della nostra giornata del 2 Dicembre 2009…

H 8:00, H8:30H 9:00H 9:30: come ogni giorno, i genitori portano all’asilo i propri bimbi

H 10:30H 11:55H 12:26H 13:00H 13:30H 14:30: telefonate, frasi, cose che NESSUNO dovrebbe mai essere costretto a ricevere, dire o fare

H 15:30H 17:30H 19:30,  H 21:00: l’incredulità dolorosa, il dramma, la presa di coscienza, il senso di disorientamento, le vertigini, quella fitta dentro che arriva insieme al non saper che fare…

Poi un ultimo post, che ci sbalza in un soffio ad un anno dopo sempre al 2 Dicembre ma del 2010, alle ore 23:30 quando 5 famiglie intorno ad un tavolo firmano lo Statuto de La Via dei Colori ed un sospiro di sollievo, da respirare però a metà…

Il web serve anche a questo, a far conoscere e a condividere. Abbiamo compiuto tre anni ma non abbiamo brindato come avremmo forse fatto in altre occasioni. Abbiamo deciso di rimandare i festeggiamenti per rispetto nei confronti di un bimbo che non c’è più…ed il nostro brindisi virtuale lo abbiamo spedito in cielo per regalarlo al piccolo Mattia che da lassù, ne siamo sicuri, veglia affinché noi, ogni giorno, possiamo trovare le energie e le forze per difendere tutti i piccoli angeli che dopo di lui si sono trovati in pericolo o che lo sono tutt’ora.

Termino infine questo post con un’ultima digressione che però ritengo necessaria. Ho bisogno, come presidente, come donna e come mamma, di dire Grazie ad ognuno di voi che a vario titolo avete reso possibile questa nostra rinascita e questo nostro sogno.
Sento il bisogno profondo ed incontrollabile di dire GRAZIE a coloro che quando parlano de La Via dei Colori o dei problemi di uno dei bimbi che seguiamo, o di una scuola, o di un ospedale, usa la prima persona plurale pronunciando frasi meravigliose che cominciano sempre con un “NOI“…..

“NOI” che bella cosa sentir dire NOI, come un gruppo di amici, una famiglia, un team che ti accoglie e ti sorregge nel momento del bisogno…”Cosa possiamo fare NOI?“.
Non so se riesco a spiegare chiaramente quanto ad una mamma, o al familiare di una vittima di maltrattamenti che sta soffrendo immensamente per un problema piccolo o GRANDE che sia, faccia bene al cuore sentirsi dire: “forse POTREMMO provare a fare così“, oppure “Intanto proviamo insieme a far questo“, oppure “Quello che mi racconta è molto brutto, vediamo se insieme riusciamo a trovare il modo di risolvere questo problema“.

Mi direte forse che parlo così perché LVdC è un qualcosa in cui credo a prescindere, e che io non ho avuto LVdC nel momento del bisogno…la verità è invece che a volte anche io cedo, e per mio figlio i problemi non sono assolutamente terminati in quel brutto 2 Dicembre 2009 ma anzi…da lì si sono fatti più grandi, o forse solo nuovi e quindi “spaventosi” per me che di nuovo mi trovo costretta ad affrontare cose che non conosco. Ed in ogni mio momento di debolezza in cui ho avuto voglia di cedere, in ogni momento in cui la voglia di credere che “un mondo migliore è possibile” viene un po’ meno, in ogni momento in cui sono stata semplicemente enormemente stanca di una strada piena di ostacoli, le persone che parlando di LVdC, dicono “noi” mi sono corse accanto ( accanto, non incontro) e mi hanno sostenuto, consolato, consigliato, sorretto, fatto ridere o asciugato le lacrime a seconda del caso. I professionisti mi hanno fornito consulenza gratuita ben oltre il loro lavoro “d’ufficio” ed insieme, di volta in volta abbiamo cercato una soluzione al mio problema. Quindi posso dichiarare ufficialmente che, mio malgrado, io sono la prima “fruitrice” dei servizi offerti da La Via dei Colori, e da “cliente” vi dico che senza queste persone, non so se davvero sarei arrivata fino a questo quarto anniversario senza mollare. Senza queste persone, La Via dei Colori, oggi non ci sarebbe…

E’ per questo che voglio pubblicamente ringraziare tutti NOI, uno per uno (in ordine sparso e non d’importanza), e per fortuna nostra forse mi scorderò qualcuno perché siamo veramente in tanti ormai….ma a tutti NOI dico un GRAZIE immenso per questa splendida Primavera chiamata La Via dei Colori che adesso non è piu’ un sogno, ne’ tanto meno è un beneficio per pochi eletti, ma è una bellissima realtà concreta al servizio di tutti.

Il mio personalissimo GRAZIE va a tutti coloro che ci hanno sempre sostenuto e condiviso, a Cristiana B, Rocco, Sabrina, Simona, Domenico S, Katia, Luna, Simone, Albano, Roberto, Cristina, Cristiana F, Valentina, Riccardo, Loredana, Stefano, Roberta M, Carlo, Benedetta, Armando, Maddalena, Luca, Camilla M, Marco, Rossella, Paola A, Irene, Davide, Annalisa, Alex, Giulio, Barbara Laura, Mirco, Andrea, Domenico M, Monique, Angela, Elena, Lara, Silvia, Arianna, Giovanna, Daniela, Alessandra, Vladimiro, Virginia, Sara, Annalisa P, Chiaraluce, Serenella, Domenico, Angela, Elisa, Valentina, Licia, Germana, Mariapaola, Martina, Roberta S, Antonella, Roberta L, Camilla, Adriano, Francesca, Caterina G, Caterina I, Riccardo P, Tiziano, Carlo, Mariagrazia, Francesco, Cesare, Katia F, Teresa V, Benedetta T, Nikj, Maria, Maria Sterpeta, Mariella, Miana, Claudia.

Mi piacerebbe adesso che nei commenti si aggiungessero nomi di gente che ha voglia di pronunciare NOI immediatamente prima di cominciare a credere fermamente che migliorare un piccolo microscopico angolo di mondo NON E’ un sogno impossibile.

Buona Vita a tutti NOI, Buona Vita a La Via dei Colori.

×Close search
Cerca